Aspettando le infradito


Quasi meno due ore.
In ufficio c’è aria di pre-vacanza. Quella di quando manca proprio poco. Ci sono tante felicità pronte.
Per me che me ne sto sempre qui seduto davanti a due monitor mi sembra difficile pensare che tra poco partirò per mettermi davanti il mare. Voglio dire, ci provo, ma non ci riesco per quanto è bello.
Mi alzo a far pausa con il mio collega dirimpettaio di scrivania. Camminiamo allegri e spensierati verso l’area macchinette caffè-bevande-stuzzichini.
Mi fa: io quella non riuscirei mai a farmela.
Si riferisca a una collega top, una che ha un ufficio tutto suo, che ha sotto un po’ di persone, che può tranquillamente guardarsi le olimpiadi al computer e commentare ad alta voce e via dicendo. La “fattibilità” è il suo indice di valutazione universale.
– Tu te la faresti?
– No, è fuori discussione.
Anche per me, che ho più indici di valutazione, ci sono dei limiti. La collega top è troppo sbilanciata verso il comando e quasi zero verso la femminilità.
Arriviamo all’area pausa. Ci sediamo. Mi offre un m&ns, o come caspita si chiamano, parliamo un po’ della borsa che sta crollando ancora, giusto per ricordarci in che razza di mondo siamo, ma chissenefrega adesso.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...