19 marzo

broken

Cos’è successo papà?

Eri seduto in cucina
davanti a quella tele
che non ha più tramsesso
partite di calcio
mentre correvi
verso il bordo di tutto

Cos’hai pensato papà?

Il giorno
dell’ultima sigaretta
dell’ultima pagina
quando hai detto
“andate voi”
“continuate voi”
senza dire parole

Perché papà?

Oggi che volevo chiamarti
oggi che ho letto
auguri dappertutto
e li ho ricevuti
per la prima volta
tu non ci sei?

Avresti detto:
“è la vita”
“che ci vuoi fare?”
ma io sento amaro
lo stesso
se penso
che la giostra si ferma
che la strada finisce col muro
che non sai
che mio figlio
ha i tuoi occhi

Se non posso più dire
papà

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in poesia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...